24a Domenica dopo Pentecoste

22 novembre/5 dicembre 2021, Domenica

Domenica 24a dopo Pentecoste. Tono 7°. Digiuno di Natale. Dopofesta dell’Ingresso. Degli app. dei 70 Filèmone e Archippo e della mart. pare agli app. Appia (I).

Del principe retto credente Michele Jaroslavič di Tver’ (1318). Del retto credente Jaropolk, nel santo battesimo Pietro, princ. di Vladimir di Volynia (1086). Della mart. Cilicia (Cecilia) e martt. Valeriano, Tiburzio e Massimo (c. 230). Del mart. Procopio di Cesaria di Palestina, lettore (303). Del mart. Menigno (250). Della ven. Agabba ismailita (V). Del giusto soldato Michele, bulgaro (866). Dello ieromart. Vladimir Rjasenskij, presbitero (1932); degli ieromartt. Gioasàf (Ževakhov), vesc. di Moghilëv,
Giovanni Baranov, presbitero, Basilio Bova, presbitero, Paolo Evdokimov, presbitero, Giacomo Sokolov, presbitero, Teodoro Gusev, presbitero, Elia Gromoglasov, presbitero, Alessio Benemanskij, presbitero, Atanasio Milov, presbitero, e Giovanni Smirnov, diacono 1 , dei venn. martt. Gerasimo (Močalov), ieromonaco, Eutichio (Dudenko), monaco, Avenir (Tsinitsyn), rasoforo, Sabba (Suslov), monaco, Marco (Makhrov), monaco e mart. Boris Kozlov (1937); della ven. Parasceve (Matiešnaja), conf. (1953).

Apostolo: Efesini 2:14-22

14 Egli infatti è la nostra pace,
colui che ha fatto dei due un popolo solo,
abbattendo il muro di separazione che era frammezzo,
cioè l`inimicizia, 15 annullando, per mezzo della sua carne,
la legge fatta di prescrizioni e di decreti,
per creare in se stesso, dei due, un solo uomo nuovo,
facendo la pace, 16 e per riconciliare tutti e due con Dio in un solo corpo,
per mezzo della croce,
distruggendo in se stesso l`inimicizia. 17 Egli è venuto perciò ad annunziare pace
a voi che eravate lontani e pace a coloro che erano vicini. 18 Per mezzo di lui possiamo presentarci, gli uni e gli altri,
al Padre in un solo Spirito. 19 Così dunque voi non siete più stranieri né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio, 20 edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, e avendo come pietra angolare lo stesso Cristo Gesù. 21 In lui ogni costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore; 22 in lui anche voi insieme con gli altri venite edificati per diventare dimora di Dio per mezzo dello Spirito.

Vangelo: Luca 12:16-21

16 Disse poi una parabola: “La campagna di un uomo ricco aveva dato un buon raccolto. 17 Egli ragionava tra sé: Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti? 18 E disse: Farò così: demolirò i miei magazzini e ne costruirò di più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni. 19 Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; riposati, mangia, bevi e datti alla gioia. 20 Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato di chi sarà? 21 Così è di chi accumula tesori per sé, e non arricchisce davanti a Dio”.

Pubblicato da Adriano Frinchi

Ho una biografia bellissima però questo spazio è troppo piccolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: