27a Domenica di Pentecoste. Dei santi Progenitori.

13/26 Dicembre 2021, Domenica

Domenica 27a dopo Pentecoste, dei santi progenitori. Digiuno di Natale. Tono 2°.
Dei martt. Eustrazio, Ausenzio, Eugenio, Mardario e Oreste (284-305). Della mart. Lucia di Siracusa (304) 1 . Del ven. Arcadio di Vjazem e di Novyj Torg (XI). Del ven. Mardario, recluso delle Grotte, nelle Grotte lontane (XIII). Del ven. Arsenio di Latria, igùmeno (VIII-X). Dello ierarca Dositeo (Barilă), metr. di Moldova (1693) (Romeni).
Dello ieromart. Alessandro Juzefovič, presbitero e del mart. Giovanni Men’kov (1920); degli ieromartt. Vladimiro Lozina-Lozinskij, Alessandro Pospelov, Giacomo Gusev, Alessio Roždestvenskij, Gregorio Ɵadeev, presbiteri (1937); dello ieromart. Nicola Amassijskij, presbitero (1938); degli ieromartt. Emiliano Kireev, Basilio Pokrovskij, presbiteri (1941).

Apostolo: Colossesi 3:4-11

4 Quando si manifesterà Cristo, la vostra vita, allora anche voi sarete manifestati con lui nella gloria.5 Mortificate dunque quella parte di voi che appartiene alla terra: fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e quella avarizia insaziabile che è idolatria, 6 cose tutte che attirano l`ira di Dio su coloro che disobbediscono. 7 Anche voi un tempo eravate così, quando la vostra vita era immersa in questi vizi. 8 Ora invece deponete anche voi tutte queste cose: ira, passione, malizia, maldicenze e parole oscene dalla vostra bocca. 9 Non mentitevi gli uni gli altri. Vi siete infatti spogliati dell`uomo vecchio con le sue azioni 10 e avete rivestito il nuovo, che si rinnova, per una piena conoscenza, ad immagine del suo Creatore. 11 Qui non c`è più Greco o Giudeo, circoncisione o incirconcisione, barbaro o Scita, schiavo o libero, ma Cristo è tutto in tutti.

Vangelo: Luca 14:16-24

16 Gesù rispose: “Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. 17 All`ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. 18 Ma tutti, all`unanimità, cominciarono a scusarsi. Il primo disse: Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego, considerami giustificato. 19 Un altro disse: Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego, considerami giustificato. 20Un altro disse: Ho preso moglie e perciò non posso venire. 21 Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al padrone. Allora il padrone di casa, irritato, disse al servo: Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui poveri, storpi, ciechi e zoppi. 22 Il servo disse: Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c`è ancora posto. 23 Il padrone allora disse al servo: Esci per le strade e lungo le siepi, spingili a entrare, perché la mia casa si riempia.24 Perché vi dico: Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena”.

Pubblicato da Adriano Frinchi

Ho una biografia bellissima però questo spazio è troppo piccolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: