2a Domenica di Quaresima – San Gregorio Palamas

7 marzo /20 marzo 2022, Domenica

Domenica 2a del Grande digiuno. Giorno di digiuno. Tono 6°.

Del santo ierarca Gregorio Palamas, arcivescovo di Tessalonica (festa mobile alla 2a domenica del Grande digiuno). Degli ieromartiri, vescovi di Chersoneso: Basilio, Efrem, Capitone, Eugenio, Etherio, Elgidio e Agathodoro (IV). Del ven. Paolo il Semplicissimo (IV). Dello ierarca Paolo conf., vesc. della Prussia (IX). Del ven. Emiliano l’Italiano. Sinassi di tutti i venerabili padri delle Grotte di Kiev e di tutti i santi che brillarono nella Piccola Russia (festa mobile la 2a Domenica del Grande digiuno) 1 . Degli ieromartt.
Nicola Rozov, presbitero (1930); del ven. mart. Nilo (Tjutjukin), ieromonaco, delle venn. martt. Matrona Groševaja, Maria Groševaja, Eudochia Sinitsinaja, Ecaterina Konstantinova, Antonina Novikova, Nadežda Kruglova, Xenia Petruchina e Anna Gorochova, novizie (1938). Delle icone della Madre di Dio “Soccorritrice dei peccatori” a Korz (Rovensk – 1622), a Odrina
(Brjansk – 1843) e a Mosca (1840).

Apostolo: Ebrei 1:10-2:3

10 E ancora:
Tu, Signore, da principio hai fondato la terra
e opera delle tue mani sono i cieli. 11 Essi periranno, ma tu rimani;
invecchieranno tutti come un vestito. 12 Come un mantello li avvolgerai,
come un abito, e saranno cambiati;o
ma tu rimarrai lo stesso, e gli anni tuoi non avranno fine. 13 A quale degli angeli poi ha mai detto:
Siedi alla mia destra,
finché io non abbia posto i tuoi nemici come sgabello dei tuoi piedi? 14 Non sono essi tutti spiriti incaricati di un ministero, inviati per servire coloro che devono ereditare la salvezza?

21 Proprio per questo bisogna che ci applichiamo con maggiore impegno alle cose udite, per non essere sospinti fuori rotta. 2 Se, infatti, la parola trasmessa per mezzo degli angeli si è dimostrata salda, e ogni trasgressione e disobbedienza ha ricevuto una giusta punizione, 3 come potremo sottrarci al castigo se trascuriamo una salvezza così grande? Questa infatti, dopo essere stata promulgata all`inizio dal Signore, è stata confermata in mezzo a noi da quelli che l`avevano udita.

Vangelo: Marco 2:1-12

1 Ed entrò di nuovo a Cafarnao dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa 2 e si radunarono tante persone, da non esserci più posto neanche davanti alla porta, ed egli annunziava loro la parola. 3 Si recarono da lui con un paralitico portato da quattro persone. 4 Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dov`egli si trovava e, fatta un`apertura, calarono il lettuccio su cui giaceva il paralitico. 5 Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: “Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati”. 6 Erano là seduti alcuni scribi che pensavano in cuor loro: 7 “Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?”. 8 Ma Gesù, avendo subito conosciuto nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: “Perché pensate così nei vostri cuori? 9 Che cosa è più facile: dire al paralitico: Ti sono rimessi i peccati, o dire: Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina? 10 Ora, perché sappiate che il Figlio dell`uomo ha il potere sulla terra di rimettere i peccati, 11 ti ordino – disse al paralitico – alzati, prendi il tuo lettuccio e và a casa tua”. 12 Quegli si alzò, prese il suo lettuccio e se ne andò in presenza di tutti e tutti si meravigliarono e lodavano Dio dicendo: “Non abbiamo mai visto nulla di simile!”.

Pubblicato da Adriano Frinchi

Ho una biografia bellissima però questo spazio è troppo piccolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: