2a Domenica dopo Pentecoste

Domenica 2a dopo Pentecoste, di Tutti i santi che hanno brillato sulla terra della Russia. Tono 1°. Digiuno degli apostoli.

Della mart. Aquilina l’Anziana (293). Dello ierarca Trifillio, vesc. di Leucosia di Cipro (c. 370). Della ven. Alessandra di Diveevo (Mel’gunova) (1789). Dello ieromart. Alessio Arkhangel’skij, presbitero (1918); dello ieromart. Demetrio presbitero (1940); della mart. Pelagia Zhidko (1944). Dei venn. Andronico, igùmeno (c. 1395), Sabba (XV), Alessandro, Daniele e Andrea di Mosca. Della mart. Antonina di Nicea (284-305). Dei venn. Anna (Eutimiana) (826) e suo figlio Giovanni di Bitinia (IX). Di tutti i padri venerabili e teofori che hanno brillato sul Santo Monte Athos (festa mobile la domenica 2a dopo Pentecoste). Di tutti i santi che hanno brillato in Bulgaria (celebrazione mobile la Domenica 2° dopo Pentecoste).

Apostolo: Romani 2:10-16

Fratelli, gloria e onore e pace a chiunque operi il bene, sia Giudeo in primo luogo che Greco: presso Dio, infatti, non c’è preferenza di persona. Quelli che senza la Legge hanno peccato, moriranno senza legge; quelli nella Legge che hanno peccato, saranno giudicati per mezzo della legge. Giusti davanti a Dio non sono quelli che ascoltano la Legge: sarà giustificato chi opera la legge. Infatti, quando i gentili che non hanno la Legge fanno secondo natura le opere della Legge, essi che non hanno la Legge sono legge a sé stessi. Essi dimostrano che l’opera della Legge è scritta nei loro cuori, dato che la loro coscienza rende testimonianza e i loro ragionamenti si accusano o si difendono tra di loro nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini secondo il mio vangelo, per mezzo di Cristo Gesù.

Vangelo: Matteo 4:18-23

In quel tempo, mentre camminava lungo il mare di Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone, detto Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano la rete in mare, infatti erano pescatori. E disse loro: “Seguitemi e vi farò pescatori di uomini.” Ed essi subito, lasciate le reti, lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo di Zebedeo e Giovanni suo fratello, che insieme con Zebedeo, loro padre, aggiustavano le loro reti sulla barca. Li chiamò ed essi, lasciata la barca e loro padre, subito lo seguirono. E Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, predicando il vangelo del regno e guarendo ogni malattia ed ogni infermità nel popolo.

Pubblicato da Adriano Frinchi

Ho una biografia bellissima però questo spazio è troppo piccolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: